La più banale delle pillole SEO

No Comments »

Eppure sono ormai 9 anni che mi tocca spiegarla: volete capire come mai il vostro sito non è visibile nei motori di ricerca?

Fate così: dimenticatevi di link popularity, pagerank, html e qualsiasi altra diavoleria avete sentito in giro, sedetevi, leggetevi tutti i contenuti presenti sul vostro sito(non condierando eventuali immagini e video) e chiedetevi se avete trattato tutti i termini di ricerca per i quali vorreste essere posizionati. Se lo avete fatto siete già a buon punto, ora ricominciate a pensare alle diavolerie di cui sopra :-)

Sembra banale eppure……

Finalmente un bel progetto su Facebook

No Comments »

Finalmente un bel progetto su Facebook (complimenti a Privalia e all’ideatore dell’iniziativa).
Di solito purtroppo si vedono tante pagine aziendali tenute in modo approssimativo, nella speranza che gli utenti diventino fans.
Io mi chiederei: ma perchè un utente dovrebbe diventare fans della pagina? che vantaggi esclusivi posso riservare ai fans? ma soprattutto: ha senso costruire, per il mio business, una pagina aziendale?

Ogni cosa ha un suo scopo e utilizzo

2 Comments »

Si sa che nella comunicazione il canale utilizzato per trasmettere il messaggio e il contesto nel quale il messaggio stesso viene comunicato sono importantissimi.
Una cosa detta per televisione è diversa da una detta per radio. Una cosa detta in modo informale è diversa da una cosa detta in un contesto formale.
Se tutti siamo d’accordo su questo breve assunto, vi prego ricordatelo a tutti quelli che, attraverso i vari famigerati “aggregatori” e “spammatori” di feed, scrivono un messaggio e in simultanea lo pubblicano su: twitter, facebook, linkedin e ….. e basta :-)

Seotwit

No Comments »

Ho deciso non riesco più a vedere questo blog immobile, ma visto che da quando ho fondato Sembox ( ormai sono passati più di 4 anni pieni di soddisfazione :-) ) il tempo a disposizione per aggiornarlo è davvero poco.
Non che non ci siano più cose da dire, anzi, però purtroppo la giornata ha il brutto vizio di durare solo 24 ore.
Detto questo e vista la “moda attuale” di prediligere piattaforme come twitter agli ormai classici blog, ho deciso di non abbandonare questo blog, ma di utilizzarlo come un mio twitter personale :-) .
Quindi da ora in poi niente più articoli e approfondimenti lunghi, ma solo brevissime (e spero assidue) cinguettate.
Seotalk si trasforma in Seotwit!