Difendiamoci dalla PageRankite

1 Comment »

Dopo un lungo periodo dall’ultimo update del pagerank che Google mostra attraverso la sua toolbar, da alcuni giorni si può notare che i valori della “tristemente” famosa barretta verde stanno subendo delle modifiche.
Come sempre, in questa occasione, il mio sport preferito diventa quello di spulciare tutte le discussioni sui forum del settore per gustarmi interventi del tipo: “ma tanto il PR non serve a niente”(opinione di solito appoggiata da chi non ha avuto un riscontro positivo del proprio lavoro), e “dopo solo 2 mesi ho raggiunto un PR …”(post scritto, invece, da chi ha ottenuto notevoli risultati).
I temi che mi divertono di più in questo periodo, oltre a questa sfida a chi ha acquisito il pagerank più alto, sono:

  • l’immancabile affermazione:”ma come mai l’aumento del PR non mi ha portato un aumento di visite?”
    E dire che nei “periodi di calma” si sprecano le discussioni su come il pagerank sia solo uno dei tanti fattori che influenzano il posizionamento e sulle discordanze tra il pagerank mostrato a video ed il suo valore reale
  • L’aumento incredibile di richieste di scambio link, che più o meno recitano tutte la stessa formula:”dopo l’aggiornamento del pagerank il mio sito ha acquisito pr… sareste interessati ad uno scambio link?”
    Fatto curioso, anche in questo caso, è che in periodi di normalità, sembra opinione diffusa che lo scambio di link tra due siti non apporta nessun vantaggio a chi lo effettua.

Insomma sembra proprio che l’update del pagerank provochi stati di confusione mentale e momentanei disturbi di amnesia ai “seo” o aspiranti tali.
Volete un consiglio? Non ci crederete ma anche in questo caso, se si vuole aumentare il PR(e spero il posizionamento), l’unica tecnica davvero utile è avere dei buoni contenuti che favoriscono la nascita di link spontanei :-)

P.S. ricordo sempre con piacere una battuta fatta ad un raduno del forum di html in Toscana: “l’unica utilità del pagerank è quella di far salire il pr-Ego dei seo :-)

Tag: , ,

Leave a Reply